• Italiano
  • English
  • EN/IT
    Segnalazioni
    BEATRICE ZANOLINI - FREE FRIENDS
    [== BEATRICE ==== ZANOLINI ==== FREE = FRIENDS ===]
    LADIES SING THE BLUES
    04.06.17

    Chiostro Santa Marta
    Ore 17:00



        [== LINK ==]

    a cura di Enrico De Pascale e Claudio Angeleri

    Prosegue con grande successo l’iniziativa «Domeniche in Santa Marta»: UBI Banca invita bergamaschi e turisti ad unirsi alle visite guidate gratuite di ogni prima domenica del mese e a scoprire così il Chiostro di Santa Marta, autentico gioiello di architettura rinascimentale, parte dell’antico monastero domenicano femminile di Santa Marta (fondato nel 1335-40), ristrutturato dall’architetto Luigi Angelini nel 1935 e dal figlio Sandro nel 1991.

    In sintonia con la vocazione originaria del luogo, da aprile a settembre il Chiostro diventa lo scenario per la terza edizione di «Ladies sing the blues», rassegna musicale elaborata dal Centro Didattico Produzione Musica (CDpM) sotto la direzione di Claudio Angeleri.

    È prevista l’esibizione di sei formazioni imperniate sulla vocalità femminile e verrà offerta una panoramica delle attuali tendenze della musica blues e jazz, valorizzando giovani musicisti e differenti tipi di ensemble: dal duo alla big band.

    Il 4 giugno di scena Beatrice Zanolini Free Friends. Beatrice Zanolini è una cantante: un grande talento ed una trasparente scoperta di sé, della propria natura profonda. La storia di Beatrice inizia con il dono naturale di una voce morbida, pastosa e coinvolgente e si evolve in un lavoro di perfezionamento, di ricerca e di sviluppo delle potenzialità.

    Visite guidate gratuite tutte le prime domeniche del mese dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 17.

    KISS. Andy Warhol
    [=== KISS. == Andy ==== Warhol ==]
    CONTEMPORARY LOCUS - FESTIVAL ORLANDO
    17.05.17 - 21.05.17
        [== LINK ==]

    Contemporary Locus, in collaborazione con il Festival Orlando – identità, relazioni, possibilità – presenta KISS (USA 1963/64) di Andy Warhol.
    Il film è proiettato dal 17 al 21 maggio – dalle ore 19 – sulla parete vetrata della Domus-Bergamo, in Piazza Dante.

    INSPIEGABILI DELIRI POPOLARI E FOLLIA DELLE FOLLE. LA "TULIPOMANIA", UNA CRONACA TRA ORIENTE E OCCIDENTE
    [= INSPIEGABILI == DELIRI == POPOLARI == E ==== FOLLIA === DELLE === FOLLE. ==== LA == TULIPOMANIA === UNA ==== CRONACA === TRA === ORIENTE ==== E == OCCIDENTE =]
    ORTO BOTANICO DI BERGAMO LORENZO ROTA
    03.05.17

    ore 17,30
    Sala Viscontea, Piazza Cittadella, Città Alta



        [== LINK ==]

    RELATORE: prof. Giovanni Carlo Federico Villa, docente di Storia dell’Arte Moderna presso l’Università degli Studi di Bergamo.

    I tulipani sono stati all’inizio del ‘600, quando arrivarono in Europa, oggetto di tale attenzione, che sfociò in quella che è stata definita “La tulipomania”. In Olanda, la commercializzazione dei bulbi, sopratutto quelli rari, raggiunse cifre da capogiro, alimentando la speculazione che alla fine portò ad una crisi finanziaria senza precedenti.

    Un viaggio tra storia, arte e botanica.

    MARIO GIACOMELLI - TERRE SCRITTE
    [=== MARIO ==== GIACOMELLI ===== TERRE = SCRITTE =]
    FONDAZIONE MIA
    21.04.17 - 31.07.17

    Complesso Monumentale di Astino

    Il Complesso Monumentale sarà aperto ad orario festivo (cioè venerdì dalle 16 alle 24 mentre sabato domenica e festivi dalle 10 alle 24) fino a martedì 25 aprile e poi per tutto il mese di maggio.



        [== LINK ==]

    a cura di Corrado Benigni e Mauro Zanchi

    Oltre 40 scatti, molti inediti, provenienti direttamente dall’Archivio Mario Giacomelli di Sassoferrato (Rita Giacomelli), in una mostra esclusiva, promossa dalla Fondazione MIA, curata da Corrado Benigni e Mauro Zanchi, per raccontare un maestro indiscusso della fotografia italiana.
    Per la prima volta a Bergamo, nella bellissima cornice del Complesso Monumentale di Astino, questa esposizione vuole indagare l’opera di Mario Giacomelli attraverso un percorso inedito che rilegge l’esperienza di questo grande autore, che con i suoi potenti bianco e neri ha rivoluzionato il linguaggio della fotografia.
    Il tema portante della mostra sarà il paesaggio. Questo motivo è stato fondamentale nel percorso creativo di Giacomelli, ricorrendo continuamente nelle sue fotografie. In particolare il paesaggio campestre delle Marche, ripreso in modo personalissimo e interpretato in maniera sempre più grafica. “Cerco i segni nella terra, cerco la materia e i segni, come può fare un incisore”, ha detto lo stesso Giacomelli.
    Il paesaggio di Giacomelli è insieme reale e inventato, così come il suo sguardo è visionario e visivo al contempo. È il pretesto per rappresentare una situazione altra. Le sue sono “terre scritte”, dove l’orizzonte è quasi del tutto eliminato: un incastro di tempo e non-tempo. Nei suoi paesaggi il rapporto tra campagna e memoria, tra Giacomelli e una terra-madre negata e accettata si fa più drammatico, traducendosi in un’asciutta e grande rappresentazione. Della terra egli coglie i segni, la materia, i solchi, tuttavia trovando in essi corrispondenze con i corpi dell’uomo, perché la terra, nella sua poetica, è la carne stessa dell’uomo. In questa serie di scatti, in particolare, partendo dai piccoli dettagli della natura, che veicolano in sé un respiro umano, come un alchimista dello sguardo egli trasforma l’immagine in un “doppio visivo”.
    Il paesaggio di Giacomelli, paesaggio della memoria e della favola, paesaggio di figure nascoste e di prodigi, dialoga perfettamente con il luogo e la natura di Astino. Accanto a questa serie saranno esposti anche gli scatti che fanno parte del ciclo Motivo suggerito dal taglio dell’albero, tra le prove più persuasive del maestro marchigiano e che insieme al paesaggio rappresentano un’indagine profonda sul tema della natura.

    Catalogo edito da Silvana Editoriale (€ 20,00), con testi di Corrado Benigni, Mauro Zanchi, Katiuscia Biondi e un’intervista ad Artuto Carlo Quintavalle (a cura di Corrado Benigni)

    NATURA ALTERA - PINA INFERRERA
    [= NATURA === ALTERA ==== PINA ==== INFERRERA ==]
    ABITARE BALERI
    11.05.17 - 17.06.17

    orari: 9.00 – 12.00 / 15.00 – 19.00

    via Volta 2/4 Albino (BG)



        [== LINK ==]

    a cura di Roberto Borghi

    Fino al 17 giugno, saranno esposte una trentina di opere realizzate durante gli ultimi cinque anni nel corso di viaggi in Austria, nella regione della Stiria, e in Francia, sulle coste della Normandia e lungo i fiumi della Borgogna. Immagini in cui la vegetazione è colta in rapporto all’acqua e al suo potenziale di rispecchiamento, scatti in cui la natura riverberandosi conosce una sorta di alterazione dei suoi lineamenti, una trasformazione in qualcosa di letteralmente altro che ha tratti spiccatamente pittorici e un’intonazione velatamente metafisica. In queste opere insomma si manifesta – secondo Roberto Borghi, curatore della mostra – una visione «totalmente altra» dal canone romantico della rappresentazione della natura che la vorrebbe «riflesso dell’interiorità dell’artista»: qui invece assistiamo a «una natura che si specchia in se stessa e che non si ritrova, una natura che specchiandosi si tramuta, si dissolve, si perde», ma grazie a tale perdita acquisisce ieraticità e vitalità inconsuete e preziose.

    SENTIERI CREATIVI 2017
    [= SENTIERI === CREATIVI ==== 2017 =]
    POLITICHE GIOVANILI DEL COMUNE DI BERGAMO
    01.04.17 - 21.04.17

    Gli orari di apertura del Protocollo sono: da lunedì al venerdì il mattino dalle ore 8.30 alle ore 12.30, il pomeriggio dalle ore 14.30 alle ore 16.30.

    Per eventuali informazioni: maddalenabianchetti@comune.bg.it
    + 39 035 399 656



        [== LINK ==]

    Le Politiche Giovanili del Comune di Bergamo propongono il bando Sentieri Creativi. Il progetto è finalizzato alla creazione di un’opera d’arte nei pressi dell’Ostello a Curò (1895 m s.l.m).

    Il bando è rivolto a giovani under 30, e offre la possibilità di svolgere 5 giorni di residenza artistica gratuita all’Ostello al Curò e un premio di 2000€.

    Il bando scade il 21 aprile. Tutte le informazioni al sito www.giovani.bg.it/sentieri-creativi-2017/

    [== DOWLOAD BANDO E MODULO DI ADESIONE ==]

    EVENTI APRILE
    [=== EVENTI ==== APRILE ==]
    ORTO BOTANICO LORENZO ROTA
    09.04.17 - 10.05.17
        [== LINK ==]

    * 9/23.05.2017
    L’ACQUARELLO DEI TULIPANI

    La pittrice Margherita Leoni ci condurrà nel seminario di acquarello botanico dedicato allo studio dei fiori e delle foglie dei tulipani.

    Quota di partecipazione: 130,00 euro

    * 19.04, 26.04, 03.05, 10.05 2017
    TRA CIELO E TERRA, per collegare la mente e il cuore

    Gli stimoli sensoriali forniti dall’esperienza vissuta nell’orto e alcune semplici attività con l’uso dei materiali artistici, ti guideranno all’interno di un percorso emozionale che utilizza il metodo dell’arte terapia e del verde curativo.
    Troppo spesso si sottovaluta l’esistenza della sfera emozionale.
    Questo percorso, strutturato in quattro incontri, permetterà di mettere in circolo le tue emozioni, riconoscerle e dar loro un nome.
    Non è richiesta alcuna abilità artistica o di conoscenza particolare, ma solo la curiosità, la voglia di ascoltarsi e mettersi in gioco, condividendo esperienze nel piccolo gruppo.

    ISCRIZIONI Entro il 2 aprile a Daniela Bertuletti danielabertuletti@yahoo.it 3475627676
    COSTI L’intero ciclo euro 70 a persona, 60 per gli associati, comprensivo dei materiali.

    DOMENICHE IN SANTA MARTA - CATERINA COMEGLIO
    [=== DOMENICHE == IN == SANTA === MARTA ======= CATERINA == COMEGLIO =]
    LADIES SING THE BLUES
    02.04.17

    Ogni prima domenica del mese, da aprile a settembre 2017
    Ore 17.00
    Chiostro di Santa Marta – Piazza Vittorio Veneto 8, Bergamo
    INGRESSO LIBERO

    DOWNLOAD PROGRAMMA COMPLETO



        [== LINK ==]

    a cura di Enrico De Pascale e Claudio Angeleri

    Per il terzo anno consecutivo il Chiostro di Santa Marta apre alla cittadinanza per ospitare un’importante rassegna musicale. In sintonia con la vocazione originaria del luogo – il Convento delle suore domenicane di Santa Marta, fondato nel 1340 – il programma prevede l’esibizione di sei formazioni imperniate sulla vocalità femminile. Gruppi che offrono una panoramica delle attuali tendenze della musica blues e jazz, valorizzando giovani musicisti e differenti tipi di ensemble: dal duo alla big band. Promossa e patrocinata da UBI Banca, a cura di Enrico De Pascale e Claudio Angeleri, elaborata dal Centro Didattico Produzione Musica (CDpM), la rassegna è dedicata anche quest’anno alla memoria di Silvia Infascelli (Bergamo 1958-2015), splendida voce jazz nonché compositrice, autrice e docente, che proprio in Santa Marta ha tenuto uno dei suoi ultimi, applauditissimi concerti. L’apertura eccezionale del Chiostro è anche un’imperdibile occasione per ammirare le importanti sculture che vi si conservano: dalla monumentale Untitled (2003) dell’artista anglo-indiano Anish Kapoor, alle Suore che comunicano (1971) di Elia Ajolfi, al Grande cardinale seduto (1984) di Giacomo Manzù.​

    DROPS - ZËZAR BAHAMONTE
    [= DROPS ===== Z == ZAR === BAHAMONTE =]
    PIGMENTI - BERGAMO JAZZ FESTIVAL
    09.03.17 - 19.03.17

    L’intervento su muro sarà realizzato dal 9 al 18 marzo 2017.
    Il concerto con live painting sarà il 19 marzo 2017.

    Maggiori informazione:
    Davide.pansera@hotmail.it
    tel. +39 3333378828

     



        [== LINK ==]

    Cooperativa Sociale Patronato San Vincenzo, di cui il progetto Pigmenti fa parte, ha in corso con il Comune di Bergamo un progetto artistico che prevede 3 azioni di arte pubblica in 3 anni legate a 3 istituzioni culturali del territorio.
    L’idea per il 2017, in accordo con l’Assessore alla Cultura del Comune di Bergamo Nadia Ghisalberti, con il Direttore del Teatro Donizetti Massimo Boffelli e con il Responsabile Servizio Giovani, Sport e Tempo Libero Renato Magni, è di legare l’azione al festival Bergamo Jazz.

    Nel 2015 abbiamo messo in campo la medesima operazione in occasione della riapertura dell’Accademia Carrara e abbiamo realizzato un’opera dell’artista argentino Francisco Bosoletti presso la stazione autolinee di Bergamo.
    Per il 2016 abbiamo attivato una collaborazione con la Fondazione Donizetti e realizzeremo un’opera murale a cura dell’artista portoghese Frederico Draw. Al termine del lavoro verrà organizzato in loco un evento conclusivo di presentazione dell’opera alla città e parteciperemo attivamente alla costruzione della giornata del 29 novembre 2016, anniversario della nascita di Donizetti.

    Per il 2017 verrà coinvolto l’artista Zesar Bahamonte che realizzerà un’opera su muro in città.
    Si organizzerà, inoltre, un evento tra musica e arte coinvolgendo il jazzista Tino Tracanna e altri giovani musicisti bergamaschi per un concerto con live painting. Il concerto avrà luogo durante la giornata di apertura di Bergamo Jazz che coincide con quella di chiusura di Bergamo Film Meeting il 19 marzo 2017. L’obiettivo dell’intero percorso è avvicinare un pubblico giovane a diverse forme d’arte e l’incrocio di pubblico tra BFM e Festival Jazz è ideale per noi.
    Zëzar Bahamonte, artista spagnolo di 30 anni riconosciuto nel panorama internazionale, realizzerà un murale in città dedicato al Festival Bergamo Jazz, sarà protagonista di un live painting e produrrà due grafiche originali per il Festival.
    Dal 13 marzo 2017 l’artista realizzerà una sua opera di grandi dimensioni su un muro cittadino mentre il 19 marzo, in occasione dell’ultima giornata di Bergamo Film Meeting che, come da tradizione degli ultimi anni, inaugura il Festival Bergamo Jazz, Pigmenti organizza, in collaborazione con i due festival, un concerto di “Drops”, formazione composta da Tino Tracanna, Walter “Bonnot” Buonanno e Roberto Cecchetto ai quali si aggiungono per l’occasione due giovani musicisti del territorio: Awa Fall e Andrea Baronchelli. Durante l’esibizione l’artista realizzerà un live painting di 4 metri per 2 ispirato al jazz sperimentale proposto dal gruppo.
    Le due grafiche originali prodotte dall’artista verranno utilizzate rispettivamente all’interno del libretto di presentazione del programma del Festival e come immagine per il merchandising atto a supportare Bergamo Jazz.
    Bahamonte chiude la trilogia di interventi di Pigmenti dedicati a istituzioni culturali del territorio.

    CARLO LEIDI - VITA PARALLELA DA FOTOGRAFO
    [= CARLO = LEIDI ====== VITA ==== PARALLELA = DA === FOTOGRAFO ==]
    QUARENGHICINQUANTA
    25.03.17 - 08.04.17

    Opening: 25 marzo, ore 18:00
    Ingresso gratuito

    via G. Quarenghi 50
    24122 – Bergamo



        [== LINK ==]

    Carlo Leidi (22/3/1930-28/01/1998) è stato un esponente della Bergamo politica e culturale degli anni Sessanta e Settanta, oltre che fotografo, scrittore e cultore enogastronomico. Egli amava definirsi notaio per dovere e fotografo per passione: inizia a fotografare nel 1956, con lo scopo di utilizzare le immagini per documentare la realtà sociale. Suoi i reportage sull’Africa nera (1969-1971, nel favoloso e incontaminato Mali, culla della grande civiltà dei Dogon), sul viaggio del Papa in Polonia (1979), su Bergamo, la sua città di cui voleva salvaguardare in modo particolare la qualità urbana e il patrimonio artistico, e la Toscana, documentando, con gli amici di Slow Food Arcigola, la cosiddetta “civiltà del vino”. Con Alfonso Modonesi ha documentato Praga nell’anno 1968. Le sue fotografie sono state pubblicate su L’Europeo, La Domenica del Corriere, Historia, Du, Fotografie (Praga), Design ed altri periodici e quotidiani stranieri. Di lui hanno scritto A. Arcari, V. Jiru. Ha partecipato a varie mostre: Il Ritratto, Ponte San Pietro, 1963; Fermo 1964, 1695, 1966, 1973; La figura umana, Bergamo 1966; Italia 1968, Italia 1970, Bergamo; La fotografia italiana, Praga 1965; Immagini della Cina, Galleria l’Immagine, Bergamo 1974; Teatro di Pietra, Bergamo 2002. Tra le sue principali opere, ricordiamo “I santi contadini” (1973), “Bergamo, o cara. Verso una città senza memoria” (1975), “L’autunno di Praga” (Il Manifesto, 1978), “La Morra nel cuore del Barolo” (1989), “Bacco in Toscana” (Slow Food, 1998), “Teatro di pietra” (2002).

    La galleria Quarenghicinquanta con l’associazione Archivio Carlo Leidi, presenta una serie di eventi espositivi e culturali per ricordare, a quasi vent’anni dalla sua scomparsa, la figura di Carlo Leidi attraverso la sua ricca produzione fotografica.
    Le manifestazioni, che vantano il patrocinio e la collaborazione del Comune di Bergamo e della direzione Culture, identità e autonomie di Regione Lombardi, coinvolgono anche il Parco dei Colli di Bergamo e la galleria Ceribelli. Le immagini, fornite dal Centro di Ricerca e Archiviazione della Fotografia di Spilimbergo, saranno esposte in nove mostre imperniate su quattro temi: “Bergamo”, “Il viaggio”, “l’Enogastronomia” e “La espressioni della religiosità” con il seguente calendario delle inaugurazioni:
    “Bergamo” dal 23/3 al 8/4
    • Palazzo della Ragione: inaugurazione giovedì 23 marzo alle 18 della mostra Bergamo
    • Galleria Quarenghicinquanta: inaugurazione sabato 25 marzo alle 18 della mostra Astino
    “Il viaggio” dal 23/4 al 7/5
    • Porta sant’Agostino: inaugurazione domenica 23 aprile alle 18 della mostra Praga e Cina
    • Galleria Quarenghicinquanta: inaugurazione sabato 6 maggio alle 18 della mostra Mali
    “Enogastronomia” dal 21/5 al 4/6
    • Porta sant’Agostino: inaugurazione domenica 21 maggio alle 18 della mostra Bacco in Toscana
    • Valmarina: inaugurazione sabato 27 maggio alle 18 della mostra Agricoltura bergamasca
    “Le espressioni della religiosità” dal 2/7 al 16/7
    • Porta sant’Agostino: inaugurazione domenica 2 luglio alle 18 della mostra I calvaire bretoni
    • Galleria Quarenghicinquanta: inaugurazione venerdì 30 giugno alle 18 della mostra il viaggio del papa in Polonia
    • Galleria Ceribelli: inaugurazione martedì 11 luglio alle 18 della mostra La religiosità popolare
    A ciascuno dei quattro temi è abbinato un evento culturale condotto da personalità che hanno condiviso con Carlo Leidi percorsi importanti.
    • Claudio Angeleri Giulio Visibelli 4et, Sabato 8 aprile ore 18, Chiostro di Santa Marta
    Per il tema Bergamo, è parso signigficativo avvalersi della contemporaneità dell’evento Unesco “Bergamo per International Jazz Day 2017” che ogni anno include nel proprio calendario contaminazioni con linguaggi diversi da quello musicale, come la fotografia, per esprimere una sostanziale identità di valori .
    • Conferenza dell’ambasciatore a Praga Aldo Amati, lunedì 24 aprile ore 18, Sala Galmozzi via Tasso
    Una delle esposizioni del tema “Il viaggio” è dedicata a Praga, città molto cara a Carlo Leidi, della cui bellezza e complessità nel panorama del ‘900 ci parlerà il concittadino Aldo Amati, ambasciatore a Praga.
    • Conferenza del Presidente di Slow Food Carlo Petrini, venerdì 2 giugno ore 18, Valmarina Parco dei Colli di Bergamo
    Carlo Leidi è stato il fondatore della Condotta di Bergamo, una delle prime condotte italiane del movimento. L’Ente parco dei Colli ospiterà, oltre ad una delle esposizioni sul tema “l’Enogastronomia”, la conferenza di Carlo Petrini in una giornata ricca di eventi organizzati dal Parco con la collaborazione delle condotte Slow Food del territorio.
    • Conferenza del fotografo Mario Cresci, Mercoledì 5 luglio ore 18, Sala Galmozzi via Tasso
    Il fotografo Mario Cresci parlerà della fotografia di Carlo Leidi nell’evento collaterale che conclude la rassegna.

    ©THE BLANK 2017
    SOCIAL
                 
    APP
       
    QUARENGHICINQUANTA | CARLO LEIDI - VITA PARALLELA DA FOTOGRAFO | 25.03.17 - 08.04.17