• Italiano
  • English
  • EN/IT
    [== THE BLANK ==
    AT ======= BFM
    == FEATURING ==
    FRANCO VACCARI ]
    ONGOING PROJECTS
    TB Conversations
    [=== TB === Conversations =]
    VAI AL PROGETTO

    A cura di Claudia Santeroni



        [== LINK ==]

    Conversations è un progetto trasversale che coinvolge residenza d’artista, interviste, pubblicazioni e fotografia per raccontare l’arte contemporanea in una chiave spontanea e accessibile. Nel 2014 tre artisti under 35 sono stati invitati a trascorrere un breve periodo nella Residenza dell’associazione The Blank. Per ogni appuntamento sarà edito un mini-catalogo, disponibile presso la Residenza di The Blank e i membri aderenti al network. Con The Blank Conversations si raccontano storie (stra)ordinarie, per riavvicinare le persone all’arte e alla creatività.

    TB Educational
    [= TB == Educational ==]

    The Blank Educational è un progetto rivolto agli studenti delle scuole secondarie di II grado e nasce dal desiderio di diffondere la conoscenza e la passione per l’arte contemporanea. Il programma prevede un’introduzione ai linguaggi del contemporaneo, talk e workshop con artisti, studio visit e visite guidate alle mostre temporanee.

    Con il contributo di Fondazione Credito Bergamasco e Regione Lombardia.
    In partnership con la Provincia Bergamo.

    TB Hospitality
    [= TB === Hospitality ==]
    VAI AL PROGETTO

    In partnership con

    logo_thatscontemporary_magenta1

    Con il contributo di

    cariplo

    Nell’ambito del progetto

    unnamed



        [== LINK ==]

    The Blank offre a tutti gli appassionati d’arte, creativi e operatori culturali, la possibilità di vivere un soggiorno particolare a Bergamo, con un servizio di ospitalità nella residenza di The Blank, in Via G. Quarenghi 50, a due minuti dalla stazione dei treni e dalla centralissima via XX Settembre.
    The Blank è un’Associazione culturale, composta da persone che si occupano di arte contemporanea e, su richiesta, è in grado di mettere a disposizione operatori, curatori e artisti per scoprire la città come mai prima d’ora. Un team specializzato sarà a disposizione per disegnare il miglior percorso in base agli interessi culturali di ognuno.

    The Blank Hospitality è parte del progetto Art in Network, realizzato in partnership con l’associazione That’s Contamporary e sviluppato nell’ambito del progetto fUNDER35 di Fondazione Cariplo.

    Per informazioni
    info@theblankresidency.it

    WHAT'S ON
    ART UP 3/17 - CHANTAL JOFFE
    ART UP – BANCA POPOLARE DI BERGAMO
    ART UP 3/17 - CHANTAL JOFFE
    01.03.17 - 31.03.17

    lunedì – venerdì: 8.20/13.20 – 14.40/16.10
    INGRESSO LIBERO

    Banca Popolare di Bergamo,
    Piazza Vittorio Veneto n. 8 – Bergamo



        [== LINK ==]

    ART UP 3/17 – CHANTAL JOFFE
    a cura di Enrico De Pascale

    Chantal Joffe, Senza titolo
    2001, olio su tavola, 38×94 cm
    Bergamo, Collezione Banca Popolare di Bergamo

    Nonostante le dimensioni talvolta limitate o, come in questo caso, singolarmente stirate come una strip, le immagini della Joffe presentano una fisicità sempre assai tangibile, legata al suo personale stile pittorico: sommario, impulsivo, con pennellate cariche di energia e di colore pastoso. Con la sua disincantata analisi dell’universo femminile, specie di quello fashion tipico dell’upper class londinese, l’artista ci consegna una straordinaria galleria di ritratti e tipologie umane osservate con bruciante penetrazione psicologica.
    A dispetto di una tecnica all’apparenza grossolana, Joffe riesce a cogliere con acuta e brutale verità i lati più caratterizzanti, i tic e le nevrosi di ciascuno dei personaggi che cadono sotto la sua lente indagatrice. In questo piccolo ma intenso dipinto il taglio cinematografico dell’inquadratura accentua la verità espressiva del volto annoiato della signora, la cui solitudine è spietatamente fissata con sbrigative ma efficaci pennellate e una gamma cromatica insolita che svaria dall’arancio, all’azzurro al verde acido.

    CHANTAL JOFFE (St Alban’s, 1969)
    Ha conosciuto i suoi primi successi professionali alla fine degli anni Novanta nel contesto del New Neurotic Realism con Ron Mueck, Ceciliy Brown e il critico d’arte e pittore Martin Maloney, quindi in quello della cosiddetta Bad Painting. La sua opera è caratterizzata da una figurazione volutamente brutale e tecnicamente sciatta di matrice neoespressionista e punk, e uno stile sommario, con colori piatti e brillanti che traggono spunto dal mondo dei fumetti e dell’illustrazione underground. La sua pittura, agile e sintetica, mette alla luce un mondo di personaggi femminili carichi di allusioni sensuali che talvolta prendono spunto dalle riviste di moda o addirittura pornografiche. L’artista vive e lavora a Londra. Tra le esposizioni recenti più significative: The Painter’s Progress, The Royal College of Art Collection, Pallant House Gallery Chichester (1999); My Love Painting, Kunsthalle Exnergasse, Vienna, The practices of the perception, Galleria Civica di Trento (2000); British Subjects: Identity and Self-Fashioning 1967-2009, Neuberger Museum of Art, Purchase, New York (2009)

    DAN REES
    NEWSLETTER FEBBRAIO 2017
    DAN REES
        [== LINK ==]

    DAN REES, RUIN’S OF THE CAMBRIAN AGE, 2016, SABBIA, ARGILLA, AGGREGATO, CALCE, PIGMENTO
    COURTESY DELL’ARTISTA E TANYA LEIGHTON GALLERY

    Terra depressa
    Più vecchio diventi, più la vita diventa infelice, tutte le persone con cui sei cresciuto muoiono, i tuoi genitori e i tuoi nonni muoiono, il tuo cane muore, la tua energia diminuisce, ci sono meno libri da leggere, non ci sono più gruppi da scoprire, finisci in un deserto arido alla ricerca qualcosa di nuovo che in realtà non succederà mai. Ti ritrovi, come faccio ogni volta io, ad apprezzare gruppi su cui avresti sputato due o tre anni prima, è deprimente, voglio dire, sto entrando a Buffalo Springfield, che è un inferno.
    Richey Edwards

    Sotto i piedi dei Siluri, le paludi Carbonifere, fango, sedimento e materia organica, compressi nel corso di milioni di anni, sono trasformati in antracite di alta qualità. Questa scura e preziosa arteria corre serpentina dalla Spagna sotto il Golfo di Biscaglia alla Gran Bretagna e attraverso l’Atlantico alla Pennsylvania. Il passaggio orizzontale sotterraneo di fanghi di carbonio solidificato è un presagio infausto dei tumultuosi vincoli che uniscono i popoli e le istituzioni sociali nate dal suo sfruttamento. Sulle spiagge dorate di Langland Bay, 2500 anni fa… un bambino Siluro sta costruendo castelli di sabbia e li abbatte.

    EVENTI FEBBRAIO
    ALT – ARTE CONTEMPORANEA
    EVENTI FEBBRAIO
    18.02.17 - 25.02.17

    Maggiori informazioni:
    tel. +39 334 9233010



        [== LINK ==]

    * 18 febbraio: Action painting. laboratorio e merenda
    Volete che i vostri bambini provino le ebbrezza di sperimentare liberamente il colore? Di lasciarlo sgocciolare dal pennello, mixarlo ad altri mille toni, giocare e divertirvi facendo arte? Allora il laboratorio “Action Painting!” fa per voi!
    Dedicato a TUTTI i bambini di età compresa fra i 4 e gli 11 anni, il laboratorio sarà preceduto da una piccola visita guidata alla scoperta delle opere più strampalate della collezione e, alla  fine, merenda per tutti!

    ore 16.
    Costo €12 (non tesserati) costo €8 tesserati.
    25/02 visita guidata alla collezione permanente /ore 16.30
    Costo €8/5 non tesserati
    Libero tesserati.

    * 25 febbraio: Visita guidata alla collezione permanente
    Una collezione privata onnivora e curiosa composta da opere d’arte che apparentemente fra loro non hanno molto in comune.
    Un edificio storico, quello in cui questa collezione è esposta, che grazie ad un sapiente restauro è tornato alla luce divenendo parte integrante della memoria storica del territorio bergamasco.
    Sabato 25 febbraio vieni a scoprire gli aneddoti che si celano dietro alla riconversione dell’ex cementificio italcementi e dietro alle opere d’arte esposte!
    ore 16.30
    Costo €8/5 non tesserati
    Libero tesserati.

    COOK WITH DIEGO MARCON
    TB EDUCATIONAL
    COOK WITH DIEGO MARCON
    24.02.17
        [== LINK ==]

    Dopo il successo della prima edizione, che ha visto coinvolti centinaia di studenti in un primo approccio al mondo dell’arte contemporanea, a gennaio è ripartito The Blank Educational.

    Venerdì 24 febbraio Diego Marcon incontra le classi IV dell’Istituto Alberghiero di Clusone. Gli studenti avranno modo di confrontarsi con l’artista e conoscere la sua ricerca. Da questo dialogo, trarranno ispirazione per elaborare insieme un menù, che sarà proposto in una cena aperta al pubblico.

    Nel mese di febbraio sono in programma anche incontri con le classi IV dell’Istituto tecnico turistico e grafico Zenale e Butinone di Treviglio, a cui viene proposto un percorso dedicato alla ricerca di Franco Vaccari, che si concluderà con una visita guidata alla mostra dedicata all’artista che The Blank organizza in collaborazione con Bergamo Film Meeting.

    EVENTI FEBBRAIO
    GAMEC – GALLERIA D’ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA
    EVENTI FEBBRAIO
    14.02.17 - 25.02.17

    INFO E PRENOTAZIONI:
    Tel. +39 035 235345
    visiteguidate@gamec.it



        [== LINK ==]

    * VISITA GUIDATA PER ADULTI
    Sabato 25 febbraio, ore 11:00
    COSTI
    Ingresso + visita guidata: € 10,00
    Prenotazione obbligatoria. Minimo 13 iscritti

    INFO E PRENOTAZIONI
    Tel. +39 035 235345
    Email: visiteguidate@gamec.it

    * CONFERENZE
    Giovedì 23 febbraio, ore 20:00
    M. CRISTINA RODESCHINI e GIOVANNI VALAGUSSA
    Impronte del passato: i cal¬chi in gesso dell’Accademia Carrara di Belle Arti tra forza dell’immagine e fragilità della materia
    GAMeC, Spazio ParolaImmagine

    Ingresso gratuito
    Prenotazione obbligatoria su gamec.it – sezione Eventi

    * BACI IN GALLERIA – NON SONO DI GESSO!
    Martedì 14 febbraio dalle 19:00 alle 23:00
    Il suggestivo Spazio Zero della GAMeC, alto e profondo come i sentimenti, allestito con calchi in gesso che danno vita all’opera di Mario Cresci Ipsa ruina docet, diventa teatro di posa per la serata di San Valentino. Per indicare la natura del vostro amore, individuate il gruppo scultoreo in cui vi riconoscete: rassicuranti e autorevoli come la Matrona romana, perennemente in conflitto come i Lottatori, narcisisti e venerati come Antinoo, o cacciatori come Perseo? Scegliete la vostra scultura gemella e fatevi un selfie, da condividere sui nostri canali social!
    #nonsonodigesso
    #baciingalleria

    Ingresso speciale 2×1: € 4,00 a coppia
    Gadget in omaggio per tutte le coppie partecipanti

    * ROVESCIAMENTE
    Sabato 25 febbraio dalle 15:00 alle 18:00
    Teatro Donizetti, Bergamo
    Laboratorio per bambini dai 6 ai 13 anni
    a cura dei Servizi Educativi GAMeC

    Nell’ambito delle iniziative di Carnevale Bergamo 2017, i Servizi Educativi del museo propongono ROVESCIAMENTE, un laboratorio che, ribaltando i ruoli e i punti di vista, condurrà i bambini nella realizzazione di un meraviglioso D’après, ispirandosi all’opera dell’artista Mario Cresci, in mostra alla GAMeC. Evento promosso dal Comune di Bergamo.

    Iniziativa gratuita, prenotazione obbligatoria
    Tel. 035 399246 / 035 399954
    dal 13 al 24 febbraio, da lun a ven, dalle 9:00 alle 12:30

    CORSI 2017
    GAMEC – GALLERIA D’ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA
    CORSI 2017
    20.02.17 - 12.04.17

    Per maggiori informazioni:

    www.gamec.it – sezione Eventi



        [== LINK ==]

    * SFOGHI
    a cura di Clara Luiselli, Artista ed Educatrice museale della GAMeC

    Dai 16 anni
    Riprendono i laboratori pensati per muoversi nelle sale della GAMeC, senza fretta, in cerca di un dialogo sottile e profondo con le opere esposte che offriranno spunti di riflessione e possibilità di sperimentazione multisensoriale. Il corpo sarà lo strumento privilegiato attraverso il quale entrare in risonanza con lo spazio, le opere e gli altri partecipanti. Si proporranno sperimentazioni grafico-pittoriche per fissare l’esperienza in forma concreta.
    Lunedì 20.02, 06.03, 20.03, 03.04
    Dalle 17:30 alle 19:00
    10,00 euro a laboratorio
    Percorso a numero chiuso (min. 7 – max. 12)
    Termine iscrizioni: entro il lunedì antecedente

    * ART BREAK
    a cura di Laura Di Bella e Sabrina Tomasoni, Educatrici museali GAMeC

    Dai 5 agli 11 anni
    Quattro singoli appuntamenti, tutti diversi, della durata di due ore, che condurranno i giovani visitatori alla scoperta di nuove opere della Collezione Permanente e dell’esposizione temporanea dell’artista Mario Cresci, realizzando manufatti, elaborati e performance.
    Giovedì 23.02, 09.03, 23.03, 06.04
    16:30 alle 18:30
    10,00 euro a laboratorio
    Percorso a numero chiuso (min. 10 – max. 18)
    Termine iscrizioni: entro il giovedì antecedente

    * CORSO DI ILLUSTRAZIONE
    a cura di Chiara Giupponi, Educatrice museale GAMeC

    Dai 16 anni
    Volete conoscere il magico mondo dell’illustrazione per l’infanzia e imparare interessanti tecniche pittoriche? In questi incontri – che ripropongono il percorso della precedente edizione – ci addentreremo nel ricco e variegato mondo degli albi illustrati, sperimentando una tecnica mista che unisce acquerello, pastello e collage alla ricerca di uno stile personale.
    Sabato 25.02, 04.03, 11.03, 18.03, 25.03, 01.04, 08.04, 15.04.2017
    Dalle 14:00 alle 17:00
    150,00 euro (materiali a carico dei partecipanti)
    Corso a numero chiuso (min. 10 – max. 18)
    Termine iscrizioni: 15 febbraio 2017

    * FOTOGRAFIA. VARIAZIONI SUL TEMA
    a cura di Luca Andreoni, Mario Cresci e Virgilio Fidanza

    Dai 16 anni
    In occasione della mostra di Mario Cresci e a completamento del percorso teorico affrontato da Camera con vista negli scorsi anni, proponiamo un prose¬guimento della riflessione sul mezzo fotografico, attraverso un corso pratico.
    I fotografi coinvolti condurranno gli iscritti in tre “affondi” su temi e modalità esecutive proprie di ciascuno.
    Domenica 05.03, 12.03, 19.03, 26.03, 02.04, 09.04, 23.04
    Dalle 10:30 alle 12:30
    130,00 euro
    (materiali a carico dei partecipanti)
    È richiesta una macchina fotografica digitale
    Corso a numero chiuso (min. 10 – max. 18)
    Termine iscrizioni: 23 febbraio 2017

    * SCATTARE NON È CORRERE
    Corso di fotografia per piccoli appassionati
    a cura di Francesca Ferrandi

    Dai 6 agli 11 anni
    Un percorso, strutturato in 5 appuntamenti, che offrirà ai bambini nuove prospettive per scoprire il mondo che li circonda e ammirare le realtà a loro familiari con occhi nuovi, sviluppando spirito di osservazione e imparando a usare la macchina fotografica in modo consapevole, ma sempre divertente.
    Mercoledì 08.03, 15.03, 22.03, 05.04, 12.04.2017
    Dalle 16:30 alle 18:30
    110,00 euro (materiali inclusi). È richiesta una macchina fotografica digitale
    Corso a numero chiuso (min. 7 – max. 12)
    Termine iscrizioni: 26 febbraio 2017

    LA FOTOGRAFIA DEL NO, 1964 - 2016 - MARIO CRESCI
    GAMEC – GALLERIA D’ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA
    LA FOTOGRAFIA DEL NO, 1964 - 2016 - MARIO CRESCI
    10.02.17 - 17.04.17

    Opening: giovedì 9 febbraio, h. 19:00
    Lunedì-domenica: ore 10:00-19:00
    giovedì: ore 10:00-22:00
    martedì chiuso

    Via San Tomaso, 53 – Bergamo
    tel. + 39 035 270272
    www.gamec.it www.gamec.it



        [== LINK ==]

    a cura di M. Cristina Rodeschini e Mario Cresci

    Dal 10 febbraio al 17 aprile 2017 la GAMeC – Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Bergamo presenta la prima grande mostra antologica dedicata al lavoro fotografico di MarioCresci (Chiavari, 1942), la cui figura artistica può essere considerata, per intenti ed esiti, tra le più ricche e complete della scena italiana a partire dagli anni Sessanta.

    A cura di M. Cristina Rodeschini e Mario Cresci, la mostra offre una panoramica completa della poetica dell’artista, dalle origini del suo lavoro fino a oggi, evidenziandone l’attualità della ricerca nel contesto contesto delle tendenze artistiche contemporanee.
    Cresci utilizza il linguaggio della fotografia per approfondire aspetti legati alla memoria, alla percezione, alle
    analogie, in un’analisi suggestiva che diventa un invito a confrontarsi in modo inedito con la realtà, con i luoghi, intesi come deposito di relazioni, memorie, tracce.
    La mostra attraversa la produzione dell’artista dalle prime sperimentazioni sulle geometrie alle indagini di
    carattere antropologico sulla cultura lucana della fine degli anni Sessanta, ai progetti dedicati alla ricerca della scrittura fotografica e all’equivocità della percezione, in un percorso espositivo articolato in dodici sezioni capace di mettere in risalto analogie formali e correlazioni concettuali concettuali fra le diverse opere, privilegiando, così, uno sviluppo non necessariamente cronologico della sua produzione poetica.

    Sarà inoltre presentata la rivisitazione di alcune sue famose installazioni poste in dialogo con opere più recenti, attraverso la ricerca di un’articolazione studiata per i diversi diversi spazi espositivi; installazioni che presenteranno materiali eterogenei, non appartenenti unicamente allo specifico della tecnica fotografica, poiché, fin dagli esordi, Cresci è autore di opere composite caratterizzate da una libertà che attraversa il disegno, la fotografia, le installazioni e l’esperienza video.
    La mostra si propone, infatti, di presentare il lavoro dell’artista mettendo in risalto questo continuo e proficuo
    scambio tra l’arte, la grafica e la fotografia, intesa quest’ultima come medium della ricerca artistica e al tempo
    stesso come riflessione teorica connessa con altri saperi e discipline. La profonda riflessione condotta da Cresci
    sulle potenzialità del linguaggio fotografico cosi è sviluppata, da sempre, in dialogo stringente con la più aggiornata ricerca artistica.
    Il titolo della mostra, La fotografia del no, si rifà al libro di Goffredo Fofi Il cinema del no. Visioni anarchiche della vita e della società (Elèuthera, 2015), che rispecchia in gran parte il pensiero dell’artista riguardo alla fotografia, intesa come mezzo privilegiato, ma non unico, per le sue scelte di vita e di relazione con gli altri. Per Cresci,
    infatti, la fotografia è un “atto globale, non circoscrivibile al singolo scatto”, che si contamina, diventando
    argomento di testi e oggetto di docenza, nella ricerca di un dialogo con le giovani generazioni, per lui cruciale.

    OPEN CALL: POLARESCO ART-STUDIO
    SPAZIO POLARESCO - PROGETTONEGUS
    OPEN CALL: POLARESCO ART-STUDIO
    24.01.17 - 24.02.17

    Maggiori informazioni:

    art-studio@spaziopolaresco.it
    tel. +39 3400918826



        [== LINK ==]

    Aperto il bando per POLARESCO ART-STUDIO.
    Il bando è riservato a giovani artisti tra i 18 e i 30 anni residenti a Bergamo e prevede l’utilizzo di una spazio-studio ricavato all’interno dello spazio espositivo del Polaresco per sei mesi e un compenso mensile forfettario di 100€ per acquisto di materiali, una mostra finale, incontri formativi con esperti del settore e “open studio” mensili.

    [== DOWNLOAD APPLICATION FORM ==]

    Glis Glis - LAURA BAFFI, GAIA BONI
    ACCADEMIA DI BELLE ARTI G. CARRARA
    Glis Glis - LAURA BAFFI, GAIA BONI
    28.02.17 - 18.03.17

    Opening: martedì 28 febbraio 2017, h. 18:00
    giovedì – sabato: 16:00-18:30
    c/o Giacomo, Via G. Quarenghi, 48 c/d, Bergamo

    tel. +39 035 399563
    segreteria@accademiabellearti.bg.it
    www.accademiabellearti.bg.it



        [== LINK ==]

    L’Accademia di belle arti G. Carrara presenta Glis Glis, progetto espositivo di Laura Baffi e Gaia Boni, studentesse iscritte al secondo anno del corso di Pittura – Arti visive. Glis Glis è il primo dei progetti ospitati negli spazi di Giacomo che sono stati selezionati tramite bando rivolto a studenti e diplomati dell’Accademia.

    Glis Glis è il racconto di un piccolo animale solitario svegliato dal suo letargo; scritto a quattro mani, nasce dalla volontà di proporre una visione onirica e immaginifica di fiaba, fondata su soggetti intimi e rivelatori.

    CLOROFILLA 2
    ACCADEMIA DI BELLE ARTI G. CARRARA
    CLOROFILLA 2
    20.02.17 - 22.02.17

    Opening: lunedì 20 febbraio 2017, h. 17:30 – 21:00
    Orari: 9:30-13:00 / 14:30-17:00

    c/o Accademia di Belle Arti G. Carrara,
    P.zza Giacomo Carrara, 82/d, 24121 Bergamo

    tel. +39 035 399563
    segreteria@accademiabellearti.bg.it
    www.accademiabellearti.bg.it



        [== LINK ==]

    L’Accademia di belle arti G. Carrara di Bergamo apre le sue porte alla città presentando al pubblico i lavori realizzati dagli studenti dei corsi di Pittura e di Nuove Tecnologie per l’arte durante il primo semestre dell’anno accademico 2016/2017.
    La mostra si conferma come un’occasione di collegamento tra la città e l’arte contemporanea. Essa è una possibilità per gli studenti di porre i propri lavori in comunicazione con il pubblico, creando un confronto costruttivo e fondamentale. I lavori esposti non vanno intesi come entità chiuse, ma come frutto di ricerche aperte al dialogo con i fruitori.
    Partecipano i corsi di Fotografia, Informatica generale, Linguaggi e tecniche dell’audiovisivo, Metodologia progettuale della comunicazione visiva, Pittura – Arti visive, Tecniche performative per le arti visive.

    ©THE BLANK 2017
    SOCIAL
                 
    APP
       
    [== THE BLANK ==
    AT ======= BFM
    == FEATURING ==
    FRANCO VACCARI ]