• Italiano
  • English
  • EN/IT
    ART UP 8/18 GIANFRANCO FERRONI
    ART UP 8/18 GIANFRANCO FERRONI
    [=== ART ==== UP ==== 8 ==== 18 = GIANFRANCO === FERRONI ===]
    ART UP – UBI BANCA
    01.08.18 - 31.08.18

    Dal lunedì al venerdì: 8.20/13.20 – 14.40/16.10
    INGRESSO LIBERO
    UBI Banca
    Piazza Vittorio Veneto n. 8 – Bergamo



        [== LINK ==]

    ART UP 2018

    Incontri ravvicinati con la collezione d’arte di UBI Banca   

    a cura di Enrico De Pascale

    Incontri ravvicinati con la collezione d’arte di UBI Banca 

    ART UP è un’iniziativa culturale con cui UBI Banca intende offrire alla gentile clientela un incontro ravvicinato e “guidato” con le opere della sua collezione d’arte antica e contemporanea. Ogni mese, presso l’ingresso della Sede Centrale di piazza Vittorio Veneto 8, a Bergamo, una nuova opera d’arte (dipinto, scultura, disegno, fotografia, stampa, video, installazione, ecc.) selezionata tra quelle facenti parte della sua raccolta, viene proposta al pubblico e analizzata tramite una scheda storico-critica illustrata e collezionabile realizzata per l’occasione dallo storico dell’arte Enrico De Pascale, curatore responsabile della collezione. 

    1-31 agosto  2018

    GIANFRANCO FERRONI 

    Oggetti sul tavolino, 1984 olio su tavola – cm 28,5 x 32 

    Il dipinto è emblematico del cammino intrapreso dall’artista a partire dagli anni Settanta del secolo scorso, contrassegnato da un approccio decisamente più intimista e una netta predilezione per soggetti come la natura morta e le vedute di interni (lo studio, l’abitazione) in cui la luce – memore di Caravaggio, Vermeer e Morandi – svolge un ruolo da protagonista. La stanza vuota, gli oggetti abbandonati sul tavolo, l’assenza della figura umana, suggeriscono un sentimento di melanconia esistenziale, di attesa, di aspirazione a una “religiosità altra”. E’ Ferroni stesso, laico convinto, a intravedere nell’idea dello spazio vuoto e del luogo colmo di silenzio e luce la precondizione perché qualcosa possa, infine, accadere: un improbabile evento, un miracolo, un’apparizione, qualcosa in grado di donare nuovo significato a ciò che sembra non averne (più). 

    GIANFRANCO FERRONI (Livorno 1927 – Bergamo 2001

    Esordisce nella Milano del secondo dopoguerra, dove si afferma come uno dei più originali interpreti, insieme a Ceretti, Guerreschi, Banchieri, Romagnoni e Vaglieri, del cosiddetto Realismo Esistenziale, una tendenza neofigurativa di matrice espressionista influenzata da autori come Bacon e Giacometti. Pittore e incisore di talento, dotato di una tecnica vir- tuosistica, nei primi anni Sessanta si avvicina ai temi e ai linguaggi della cultura Pop, che reinterpreta in modo personale evidenziando una peculiare sensibilità per le tematiche sociali e civili proprie degli anni della contestazione alla società autoritaria e consumistica.
     L’artista ha partecipato più volte alla Biennale di Venezia. Nel 2007 gli sono state dedicate due mostre antologiche al Palazzo Reale di Milano e al Palazzo della Ragione di Bergamo. 

    UBI Banca, Piazza Vittorio Veneto n. 8 – Bergamo 

    Orari dal lunedì al venerdì: 8.20/13.20 – 14.40/16.10

    INGRESSO LIBERO 

    ©THE BLANK 2018
    SOCIAL
                 
    APP
       
    ART UP 8/18 GIANFRANCO FERRONI