• Italiano
  • English
  • EN/IT
    GAMeC & Bergamo Film Meeting
    GAMeC & Bergamo Film Meeting
    [= GAMeC ==== Bergamo ==== Film == Meeting ===]
    GAMEC E BERGAMO FILM MEETING
    12.03.17 - 19.03.17

    Per maggiori informazioni su tutti gli appuntamenti: bergamofilmmeeting.it



        [== LINK ==]

    Anche quest’anno GAMeC prosegue la collaborazione con Bergamo Film Meeting, il festival cinematografico internazionale che mette a confronto le tendenze più innovative del cinema contemporaneo con gli stili, i generi e gli autori del passato.

    Domenica 12 marzo, ore 17:30
    Inaugurazione della mostra
    GLI ANNI ’90 A COLORI – LE PRIME STORIE A FUMETTI DI DAVIDE TOFFOLO, OGGI
    GAMeC, Spazio Caleidoscopio

    Tra gli autori più rappresentativi della scena fumettistica italiana, co-fondatore e voce della band Tre Allegri Ragazzi Morti, Davide Toffolo presenta un’installazione a metà strada tra fumetto, arte e musica.
    Piera degli spiriti, Fregoli e il serial Cinque allegri ragazzi morti sono le prime visioni dell’autore friulano. Una specie di diario degli anni che hanno dato inizio all’affascinante percorso di editoria indipendente nel fumetto e nella musica.
    Originali e stampe in mostra.

    Orari d’apertura: lunedì-domenica,
    ore 9:00-13:00 / 15:00-18:00. Martedì chiuso

    La mostra resterà aperta al pubblico fino al 26 marzo
    Ingresso gratuito

    Domenica 12 marzo, dalle 15:00 alle 17:30
    “PASTA!”…IMPASTANIMIAMOCI

    Workshop di cinema d’animazione condotto dall’Associazione Avisco
    GAMeC, Spazio ParolaImmagine

    Laboratorio in stop motion e pixilation che permetterà ai partecipanti di mettere le mani “in pasta” all’animazione! Una full immersion nel mondo dell’animazione a passo uno, usando come materiale la pasta di diversi formati e… tempi di cottura.

    Dai 9 ai 13 anni
    Percorso a numero chiuso (max. 20)
    Iniziativa a pagamento: € 10,00
    Prenotazione obbligatoria

    Mercoledì 15 marzo, dalle 16:00 alle 18:30
    MASTERCLASS CON CHINTIS LUNDGREN
    L’animatrice estone, classe 1981, è l’ospite a cui Bergamo Film Meeting dedica la personale nell’edizione 2017. Una carrellata di cortometraggi condurrà nel mondo surreale e fantastico che contraddistingue le sue produzioni. Durante la masterclass l’autrice presenterà i propri lavori, raccontando il dietro le quinte delle varie fasi della produzione di un cartone animato.

    Lezione in inglese, con traduzione in italiano.
    Dai 16 anni
    Iniziativa a pagamento: € 10,00
    Prenotazione obbligatoria

    Mercoledì 15 marzo, ore 17:30
    CULT MOVIE GAMeCinema / BFM
    Auditorium di Piazza della Libertà, Bergamo

    Dal 2005, e continuativamente fino al 2011, Bergamo Film Meeting ha collaborato con GAMeC alla valorizzazione del Fondo Cinematografico Nino Zucchelli all’interno del progetto GAMeCinema, presentando percorsi e retrospettive che hanno contribuito a consolidare il legame tra cinema e arte. Quest’anno il protagonista è il mondo del lavoro e la lucida disamina dei dati umani e sociali che lo circondano con Harmadik nekifutás (L’ultima rincorsa) di Péter Bacsó – 1973, Ungheria, 98’, b/n –, il terzo capitolo della cosiddetta “trilogia operaia” dopo Kitörés (1970) e Jelenidö (1971), che consacra il regista ungherese alla notorietà internazionale. Un’ulteriore riflessione sul tema della “democrazia in fabbrica”, qui declinata nella preoccupazione per la coerenza e il rispetto dei diritti individuali, testimoniando il problema della reale partecipazione alle decisioni nell’ambiente operaio di tutti i giorni.
    Il film fu presentato per la prima volta in Italia a Sanremo nel 1974 alla XVII Mostra Internazionale del Film d’Autore, dove vinse il Gran Premio ex aequo con il film georgiano Mol’ba (1968) di Tengiz Abuladze.

    Jakus, direttore di uno stabilimento, improvvisamente rassegna le proprie dimissioni per inconciliabili divergenze d’opinione con i vertici aziendali. Nonostante il disappunto di famigliari e amici, Jakus decide di ripartire da zero e torna a fare il saldatore. Gli servirà tempo e fatica per conquistare la fiducia degli altri operai e far valere i propri princìpi, perché «la ricollocazione non è un trionfo». Una critica al sistema, saldamente ancorata ai modi del realismo, che mette a nudo le contraddizioni della realtà e della storia socialiste. Basato su una storia vera.

    Ingresso a pagamento: € 7,00 (fascia pomeridiana)

    Venerdì 17 marzo, ore 18:30
    EVENTO SPECIALE GAMeCinema
    Ridotto del Teatro Donizetti, Bergamo

    La collaborazione con GAMeCinema si arricchisce quest’anno di una proiezione-evento speciale con il film Motsart i Sal’eri (Mozart e Salieri) di Vladimir Gorikker – 1962, URSS, Lettonia, 44’, b/n –, parte del Fondo Cinematografico Nino Zucchelli.

    Fedele trasposizione dell’opera di Nikolaj Rimskij-Korsakov (1897) tratta dal dramma di Aleksandr Puškin (pubblicato nella raccolta Piccole tragedie, 1830), con parti cantate del libretto originale, il film è un piccolo gioiello per gli amanti della lirica, ma anche un’occasione per immergersi nell’atmosfera dell’epoca in un contesto raffinato quale l’ambiente ricreato dalla mostra costumi.
    Inedito in Italia, il film fu presentato al V Gran Premio Bergamo (1962) nella sezione Le arti al cinema – Musica.

    Salieri, che ha dedicato alla musica tutta la sua vita e ha conseguito il successo con fatica e abnegazione, invidia il genio di Mozart, per il quale la creazione artistica è poco più che un gioco, un vezzo scherzoso. Accecato dalla gelosia nei confronti del rivale, Salieri decide di uccidere Mozart. La leggenda dell’avvelenamento di Mozart diventa qui un pretesto per meditare sulla natura della creatività artistica e introdurre, con dialoghi brillantemente scarni, il tema della ribellione a Dio. «E son genio e delitto due cose incompatibili».

    Iniziativa resa possibile grazie al generoso contributo della signora Lina Zucchelli Valsecchi
    Ingresso gratuito, fino ad esaurimento posti

    ©THE BLANK 2017
    SOCIAL
                 
    APP
       
    GAMeC & Bergamo Film Meeting